lunedì 30 settembre 2013

Treccine di Pane... Giovane!


Buon inizio di settimana! Il tempo qui a Palermo è un po' instabile... Il week-end che si è appena concluso è stato all'insegna del sole e del caldo tipicamente estivo, oggi invece il cielo è nuvoloso e c'è un po' di vento... L'autunno sembra ufficialmente arrivato!

La scorsa settimana, come un appuntamento immancabile, mi sono armata di pazienza, farina e lievito ed ho preparato queste deliziose treccine di pane. Avete letto bene il titolo? No, non sono impazzita e non è stato neppure un errore di battitura: questo è pane giovane! Sì, perchè preparato con PanGiovane di Varvello.


PanGiovane è una nuova idea di pane che trasforma le abitudini quotidiane in un gesto di bellezza e benessere. Pan Giovane unisce tradizione e novità.
I suoi ingredienti antichi, semplici e al tempo stesso completi contengono antiossidanti totalmente naturali, che aiutano a contrastare l'azione dei radicali liberi, principali responsabili dell'invecchiamento cellulare.
La miscela contiene: farina integrale di Kamut, farina di avena, farina di lino dorato (ricca di Omega 3), estratti d'uva e di oliva.

Ho scelto di dare questa forma ai miei panini perchè sono veramente graziosi. Inoltre, farciti come ho fatto io (vedi ultima foto sotto), sono più che sfiziosi... Dovreste provarli!

INGREDIENTI (PER 15 TRECCINE):
-700 gr. PanGiovane Farine Varvello
-25 gr. lievito di birra fresco (1 panetto)
-80 ml olio extra vergine d'oliva bio
-60 gr. Zucchero Zefiro Eridania
-23 gr. sale
-350 ml circa acqua tiepida

In una ciotola capiente mettetevi la farina, praticate un buco al centro e posizionatevi all'interno il lievito sbriciolato. Scioglietelo con un po' di acqua e pian piano aggiungete zucchero, sale e olio. Iniziate ad amalgamare tutti gli ingredienti, versando a poco a poco tutta l'acqua. Impastate velocemente formando una palla elastica e non più appiccicosa. Rimettete l'impasto nella ciotola infarinata e coprite con uno strofinaccio umido. Ponete a lievitare per circa 1 ora e mezza o comunque finchè l'impasto sarà raddoppiato di volume. Trascorso questo tempo, dividete l'impasto in 15 palline da 100 gr. ciascuna. Di ogni pallina fatene una striscia lunghetta, piegatela a metà e arrotolate i 2 lembi su se stessi, cercando di formare delle treccine tutte di egual misura. Ripetete l'operazione per tutte le palline di impasto, quindi posizionate le treccine su 2 o 3 teglie ricoperte di carta da forno. Spennellate con dell'olio extra vergine d'oliva e infornate a 180°-200°C per circa 20 minuti. Quando le treccine sono dorate sopra e sotto significa che sono cotte, quindi sfornatele e lasciatele intiepidire prima di consumare. Io ho farcito la mia con Leerdammer, fette di pomodoro e prosciutto cotto Parmacotto ma potrete sbizarrirvi in base ai vostri gusti!




BUON APPETITO! ;)

6 commenti:

consuelo tognetti ha detto...

Questi panini sono deliziosi..se poi me li farcisci così potrei morire :-P
la zia Consu

in cucina con lety ha detto...

questi panini sono uno spettacolo e poi farciti cosi' saranno una goduria :P

mariafelicia magno ha detto...

mmmm mi piace...non potevo nn lasciare un commento...mi hai fatto venire una fame

Maria Pandolfo ha detto...

ma che belle queste treccine si mangiano con gli occhi!!! bravissima come sempre :)

giusy loporcaro ha detto...

che meraviglia queste treccine....sono perfette! e poi cosi' farcite una bontà!

Maria Caligiuri ha detto...

ma non è possibile ogni volta che entro sul tuo blog mi viene una fame da lupiiiiii XD e ci credo :P

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...